Proposte ANDU per una Università statale, democratica, di massa e di qualità

(per approfondire cliccare qui)

  1. realizzare un vero diritto allo studio: borse, alloggi, mense, aule, biblioteche, laboratori, ecc.;
    2. riqualificare la didattica rivedendo rapidamente e radicalmente il dannoso “3 + 2”;
    3. superare il precariato (non più di tre anni prima del ruolo), dando agli attuali precari lo sbocco in almeno 20.000 posti di ricercatori di ruolo su fondi statali;
    4. sostituire le inutili idoneità e i meccanismi di cooptazione locale-personale con concorsi nazionali e commissioni interamente sorteggiate;
    5. sbloccare gli avanzamenti di carriera all’interno di un ruolo unico della docenza;
    6. superare i ‘nuovi’ statuti, per sostituire gli organi delle oligarchie locali con organi di partecipazione democratica di tutte le componenti.;
    7. costituire un organo nazionale di rappresentanza e autogoverno del Sistema degli Atenei, eletto, direttamente e senza vincoli corporativi/categoriali, da tutte le componenti;
    8. investire nell’Università così rinnovata quanto, in proporzione, fanno i Paesi più avanzati.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...